02 dezembro 2010

Un week end con "l'Etichetta"


In occasione del corso "Wedding Planner" organizzato a Palermo dall'agenzianKronos Consulting e Wedding Angels presso l'hotel Hilton Villa Igea abbiamo avuto un week end diverso dal solito. Raccontati dal nostro mitico professore di BON TON ed ETICHETTA, vice Presidente Nicola Santini con Fabi, io e le sette allieve del corso per Wedding Planner abbiamo trascorso piacevoli ore in compagnia di Giovanni Della Casa (autore di Galateo overo de’ costumi 1558) rivisitato e aggiornato da Lina Sotis. Nei saloni e tra i corridoi di Villa Igiea abbiamo potuto respirare l’atmosfera delle feste di gala con le posate d’argento, abiti da sogno e cibi raffinati. In altre parole io e le ragazze abbiamo imparato cosa si PUO’ ma soprattutto cosa non si DEVE fare in certe occasioni, come abbigliarsi per essere adeguate e come mangiare determinati cibi. Quindi mie care Pretty Women alle prese con le vostre “care” lumachine ecco alcune regole da seguire per essere delle vere Ladies.


A cena con il vostro lui consultate il menù, ma poi lasciate all’uomo il compito di ordinare per voi, è più elegante. I bicchieri di acqua e vino devono essere riempiti sempre non oltre la metà, per non sembrare ingorde. A costo di morir di sete tutta la sera, non siete autorizzate MAI e dico MAI a toccare le bottiglie sul vostro tavolo, piuttosto cercate un modo arguto per farvi versare da bere dalla vostra compagnia maschile. Per favore, il tovagliolo sulle ginocchia, meglio una macchia di sugo sulla camicia bianca che un comportamento da osteria, pazienza c’è sempre la lavanderia.


A proposito di sughi, la tanto deprecata “scarpetta” può essere legittimamente fatta utilizzando un piccolo escamotage: spingete col pane il condimento rimasto nel piatto verso la forchetta, poi assaporate l’uno e l’altro senza commettere peccato. Nicola Santini.

Fabiola e Nicola Santini
Forse tutto ciò che vi ho detto, potrà sembrare un po’ superato per noi “donne moderne” ma tutto questo romanticismo credo ci restituisca un po’ della nostra mai perduta femminilità.
Le ragazze del corso, Roberta e Nicola Santini


A Weekend with "Formal label"
A weekend with a difference. Told by our great BON TON and ETIQUETTE teacher Nicola Santini, Fabi, me and the seven students of the course for Wedding Planner spent pleasant hours in the company of Giovanni della Casa (author of Galateo overo de’ costumi 1558) revised and updated by Lina Sotis. In the halls and the corridors of Villa Igiea we could breathe the atmosphere of the gala with silver cutlery, fine food and clothes dream. In other words me and the girls have learned something CAN 'but most importantly, what not to do on certain occasions, such as clothing to be appropriate and how to eat certain foods. So my dear Pretty Women struggling with your "care" snails here are some rules to follow to be Real Ladies. Dinning with your boy friend, consult the menu, but then left to man the task of ordering for you, it is more elegant. The glasses of wine and water must always be filled no more than half, not to seem greedy. At the risk of dying of thirst all night, you are not authorized and I say NEVER, to touch the bottles on your table, rather than look for a clever way for you to pour your drink from male company. Please, the napkin on the knees, the better a spot of sauce on the white shirt that the behavior of a pub, patience there is always the laundry. Speaking about sauces, the much deprecated "scarpetta" can legitimately be done using a small trick: push the sauce left in the dish with the bread in the pot of the fork and then enjoy both without committing sin. Nicola Santini docet.

Perhaps all that I have said, may seems a bit over for us "modern women" but I think this gives us a little romance in our never lost femininity.

Scritto da Roberta Mancuso
Postar um comentário